APPROVATO DAL CONSIGLIO DIRETTIVO DELL'ASSOCIAZIONE IN DATA 24.09.10

APPROVATO DAL CONSIGLIO DIRETTIVO DELL'ASSOCIAZIONE IN DATA 24.09.10
referente 2014-15: SILVIO CELI
Loading...

martedì 19 febbraio 2013

DONARE IL SANGUE

Il Liceo Giusti, martedì 19.02.13, ha donato il sangue. 
Anche quest'anno i prelievi sono stati effettuati dall'emoteca della FIDAS in piazza Vittorio: una trentina di giovani studenti e quattro professori hanno già contribuito a salvare delle vite.
A detta degli organizzatori, la sensibilità di tutti i donatori è stata notevole, e la partecipazione copiosa non ha molti precedenti. 
GRAZIE A TUTTI.

lunedì 18 febbraio 2013

La nostra Elvira vs. Mario Monti

Elvira Aurilia, 
ex studentessa del Liceo Giusti,  
ha messo in difficoltà Mario Monti! 
Complimenti per la dialettica!






http://video.repubblica.it/dossier/elezioni-politiche-2013/la-studentessa-a-monti-perche-votare-per-voi/119728/118208


Mario Monti imbarazzato dalle parole di una studentessa è un avvenimento che non poteva sfuggire alla brava Emanuela Minucci, la cronista della Stampa incaricata di seguire la giormata del candidato – primo ministro a Torino.
Protagonista è Elvira [nomen omen] Aurilia, 22 anni, studentessa di Giurisprudenza, la quale, senza tanta cortesia torinese, ha detto brutalmente a Monti:
“No, no, capisco ciò che mi sta dicendo; io però le ho chiesto di spiegarmi perché dovrei votare Scelta Civica e dare fiducia a lei…”.
Sono parole che, nota Minucci,
“hanno disegnato un sorriso tirato sul volto del premier il quale, per la verità, la stava effettivamente prendendo un po’ alla lontana, molto da professore. Piombata al Sermig di Torino, dove i montiani stavano presentando i candidati e il presidente del Consiglio aveva appena finito di esternare tutto il suo «smarrimento» per la raffica di arresti, la giovane Elvira è diventata protagonista suo malgrado: «Sono qui per caso, ero al mercato a fare la spesa. A differenza della mamma di Monti che gli diceva di stare lontano dalla politica, mia madre mi ha sempre detto che la politica mi avrebbe fatto capire come gira il mondo».
“Elvira è andata via un po’ delusa. Non le è piaciuta la risposta di Monti: «Sul nostro sito troverà tutte le risposte che le interessano». «È stato gentile, però…», sorride Elvira”. (da Blitz)

http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/prof-monti-capisco-cosa-dice-elvira-1479447/

“Prof. Monti non capisco cosa dice”: Elvira Aurilia da Torino, studente

Mario Monti imbarazzato dalle parole di una studentessa è un avvenimento che non poteva sfuggire alla brava Emanuela Minucci, la cronista della Stampa incaricata di seguire la giormata del candidato — primo ministro a Torino. Protagonista è Elvira [nomen omen] Aurilia, 22 anni, studentessa di...

 http://www.politicfeed.it/prof-monti-non-capisco-cosa-dice-elvira-aurilia-da-torino-studente/

http://it.paperblog.com/mario-monti-sconfitte-a-gogo-anche-da-una-studentessa-1652114/


 http://report84.it/78-prima-pagina/31547-cade-nel-vuoto-la-sfida-di-montimer-a-bersani-e-il-cavaliere-che-rispondono-picche-al-confronto-televisivo

http://video.gelocal.it/lacittadisalerno/politica/la-studentessa-a-monti-perche-votare-per-voi/8752/8751


mercoledì 6 febbraio 2013

Hitler secondo Brecht


Segnalazione - I nostri studenti hanno partecipato, e gradito particolarmente, 
la rappresentazione teatrale, 
con la regia di Claudio Longhi, dell'opera tetarale di 
Bertolt Brecht
LA RESISTIBILE ASCESA DI ARTURO UI

L'opera scritta nel 1941 in Finlandia, rappresenta un tentativo di spiegare al mondo capitalistico l’ascesa di Hitler, trasponendola in circostanze a quel mondo familiari. L’uso del verso dà la misura del carattere eroico dei personaggi»: così Bertolt Brecht descrive uno dei testi che appartengono al suo lungo periodo di esilio dalla Germania nazista.
Il manoscritto di Arturo Ui si conclude alla data del 24 aprile 1941; nel 1953 Brecht riprende a lavorare al copione, che non sarà mai rappresentato né pubblicato mentre l’autore era in vita. Quella del protagonista è una parabola teatrale che percorre due strade: la prima, legata all’avvento del nazismo tra la fine degli anni Venti e l’inizio del decennio successivo; la seconda, intesa come volontà di sfatare l’ammirazione e la reverenza che il rispetto per gli assassini e per il crimine in grande stile scatenano nella piccola borghesia.
L’ascesa di Ui, tanto resistibile quanto ineluttabile, rimane come fissata sul margine della tragedia, ma in qualche modo fotografa i meccanismi perversi e atemporali della prevaricazione. E così il drammaturgo ambienta la scena non già in Europa, bensì oltreoceano, in una fantastica Chicago, nella quale ripercorre le fasi della costruzione del consenso per Adolf Hitler sulla falsariga di quelle dell’ascesa criminale di Al Capone. La cerchia dei personaggi è circoscritta allo Stato – industriali, junker, piccolo borghesi – ed è facile individuare alle spalle dei personaggi i corrispettivi storici.
Protagonista di questa “farsa storica” amaramente divertente è Umberto Orsini, circondato da una compagnia di giovani talenti, tra cui Luca Micheletti, che per la propria interpretazione ha vinto il premio UBU 2012 come miglior attore non protagonista. Claudio Longhi, studioso di storia del teatro, da tempo affianca alla sua attività di docente universitario la regia teatrale: ha inaugurato l’ultima edizione del Festival del Teatro antico di Siracusa con Prometeo, interpretato da Massimo Popolizio.

(foto di proprietà dell'Associazione Quintiliano)
La mia foto
Consiglio Direttivo: Presidente: Dario Coppola. Vice Presidente: Anton De Nicolò; Tesoriere: Stefano Marino; Segretario: Jacopo Villani. Per l'iscrizione all'Associazione si può richiedere il modulo in sede o a un membro del Consiglio Direttivo. Fax: 011885507 Mail: acquintiliano@hotmail.it

IMMAGINI D'ARCHIVIO

IMMAGINI D'ARCHIVIO

la risposta è in fondo al blog nel post del 6 dicembre

i tre dell' 'Ave, Maria' (anzi di "Rallegrati, Maria"!)

dopo il film

marta e longa

a venezia davanti a ss. giovanni e paolo

ema e fla al sushi

il cenacolo...

scimmietta e galli

Mergots e Fede al SYMPOSIUM del 3/10/07

Herman davanti alla bacheca del laboratorio

Fede, Nick, Ema al SYMPOSIUM del 3/10/07dopo il film VIAGGIO IN INDIA

ARTIFICIUM mostra di jack, mulo e grinch

look insolito del prof. cops

simonetta al SYMPOSIUM

il mulo davanti a una sua opera

AMARCORD

AMARCORD
3 uomini in nero: Matti, prof. Cops e Giorgio

mergots, un gemello, silvia, giorgio, gherry, nick e deba al CINEFORUM (serata Kubrick al Massimo)

DHARMA: rosa e prof. deba a torino spiritualità all'incontro sul Male con E. Severino e M. Aime, cortile palazzo carignano

Ceci, Mergots, prof. Cops, Longa, Carnels

DHARMA: simo e ciccio a torino spiritualità all'incontro sul Male con R. Bodei e F. Salizzoni, palazzo carignano

amarcord

amarcord
manu

fex con occhiali

fex

fra

alberto

un prof e uno studente

jacopo crestato...

la donna dei mille perché????!!!!!

piccioncini

dedica

dedica
al prof. Giorgio Balmas, docente del Giusti, che ha ispirato tante iniziative che qui continuano in sua memoria. LC Quintiliano - Giusti

LOGHI DEL LABORATORIO

LOGHI DEL LABORATORIO
logo definitivo dal 2010

logo (dal 2009)

logo 2008 - 09

logo 2007-08

logo 2006-07

logo 2005-06

primo logo 2004 -05

GIUSTI IERI... GIUSTI OGGI

GIUSTI IERI... GIUSTI OGGI